Calendario Battesimi neonati

Cara Mamma, caro Papà,

se vi trovate a leggere questa pagina, molto probabilmente, avete avuto -da poco- il dono di un figlio.

Innanzitutto vi faccio gli auguri a nome di tutta la nostra comunità parrocchiale.

 

State pensando di battezzarlo?

Spero proprio di si! Permettetemi dunque qualche veloce osservazione per guidarvi in questa delicata decisione:

 

1) Battezzarlo ora o aspettare che scelga da solo da adolescente o magari da adulto? 

La scelta del dono del Battesimo non è frutto della scelta del figlio ma dei genitori che -credenti- ringraziano Dio per il dono della maternità e paternità e desiderano che il loro stesso figlio segua -nella fede- la via del Signore che gli ha donato la vita.  Del resto per allattare il bimbo non aspettate che impari a parlare e ve lo chieda! O immaginate se da liceale dovesse andare a scuola solo nei giorni in cui deciderebbe di andarvi!!! Sarebbe una genitorialità gravemente latitante...e discorso analogo vale per il Battesimo!

 

2) Questione padrini e madrine

Il codice di diritto canonico ne prevede uno o anche due (un uomo e una donna).

E' importante che siano persone di fede vissuta e non solo desiderata! Evitate di scegliere in base ad altri criteri, fossero anche affettivi. Se una persona ha scelto di non cresimarsi fino a 30 anni è poco probabile che improvvisamente, alla nascita del nipote, desideri ricevere la Cresima: spesso lo fa solo per fare da padrino/madrina; con serenità diciamo che è un controsenso per lui e per il nipote...almeno nella maggioranza dei casi. A voi comunque la scelta.

Il padrino/madrina deve avere 16 anni compiuti, essere battezzato, aver ricevuto la prima comunione e la cresima ed essere o celibe/nubile, o fidanzato/a o sposato religiosamente. La convivenza e il matrimonio civile rendono inidonei al servizio di padrino/madrina.

Il padrino/madrina deve portare il CERTIFICATO DI IDONEITÀ rilasciato dalla sua parrocchia di appartenenza.

 

3) Questioni pratiche

Prenotate in segreteria parrocchiale il battesimo con ALMENO un mese di anticipo.

Prima di dire affermazione del tipo:"Vorrei battezzarlo subito perché ormai ha 8 mesi" sarebbe utile riflettere che lo si sapeva nove mesi prima del parto che il figlio sarebbe nato e quindi se non si ha avuto fretta per "x" mesi non è corretto mettere fretta alla parrocchia per "y" settimane da attendere.

Nei mesi di luglio e di agosto non si celebrano battesimi, se non per urgenti motivi di salute (che esonerano da ogni altro pre-requisito) perché nei mesi estivi è sospesa la catechesi pre-battesimale.

SI invita a non prenotare fotografo e ristorante prima di aver ufficialmente concordato con la parrocchia giorno ed orario della celebrazione del Battesimo.

 

Ancora auguri, nella speranza di conoscervi presto e personalmente,

 

don Marco, parroco

ed equipe dei catechisti per il Battesimo